In una ‘serra-wunderkammer’ un bizzarro personaggio che cammina a piedi nudi, coltiva specie vegetali con intrugli alchemici, crea un giglio con liquami neri. Per lui quello è il ‘fiore’ assoluto. Si ritrova in una discoteca; ha con sé il giglio. Intravede una ragazza, bionda, eterea, con un abito bianco. La cerca al bar ma lei è sparita; la ritrova davanti a uno specchio. Lui le dona il giglio. Lei lo accetta ma qualcosa le impone di sottrarsi a lui, che viene come risucchiato in un altro spazio. Vaga nella natura. Qualcosa è cambiato. Gli appare la ragazza. Lei tiene in serbo una rosa gialla. Del giglio non c’è più traccia. Qualcosa sta per accadere ‘davvero’? Lei lo ‘ripaga’ con una moneta d’oro. Le loro mani sembrano finalmente sfiorarsi ma il ‘tempo filmico’ sfuma. Rimane la moneta: è sul pavimento della serra, abbandonata, solitaria, perduta.


TITOLO: la falsa moneta

CATEGORIA: cortometraggio

PRODUZIONE: –

REGIA: Tommaso Zanetta

EMAIL: info@tommasozanetta.com

CITTA’: Nebbiuno (Novara)

NOTE SUL REGISTA: Sono nato nel 1992 a Milano. Mi sono diplomato nel 2011 all’Istituto d’arte ‘Paolo Toschi’ di Parma e nel 2013 presso il ‘CFP Bauer’ di Milano nel corso biennale di fotografia. Ho collaborato con diversi studi di Milano come fotografo e retoucher. Mi sono trasferito a Londra dove ho cominciato le mie esperienze in campo video. Ho lavorato come direttore della fotografia, editor e mi sono avvicinato alla regia. Durante questo percorso ho ampliato le mie conoscenze nel mondo dell’animazione 2D e 3D. Nel 2015 ho firmato il mio primo cortometraggio dal titolo ‘La falsa moneta’. Tornato in Italia ho fondato lo studio ‘Belvedere Communication’ e lavoro come regista, DOP, editor, fotografo, retoucher e motion graphics designer 2D e 3D.

CAMERA USATA: Blackmagic Design Cinema Camera, Zeiss CP.2 Lenses, ARRI Light

PROGRAMMA MONTAGGIO: premiere