Music documentary of “Elettrico”, the new project of the “Paolo Profeti European Collective”


TITOLO: elettrico

CATEGORIA: documentario

PRODUZIONE: –

REGIA: Athanasios Alexo

EMAIL: alexothano@gmail.com

CITTA’: Milano

NOTE SUL REGISTA:Athanasios Alexo was born in Thessaloniki, Greece. After high school, he worked as assistant photographer in Thessaloniki for two years. In 2009 he enrolled in the Academy of Fine Arts of Brera in Milan to study painting and sculpture. During his study years he worked as a photographer in Milan. Some of the companies he has collaborated with are: Studio Pro Design, Repubblica XL, Rizzoli, Sony, Clan Celentano, DJ MAG Italia, Round Magazine, Marni. Among others, he photographed for the album covers of Andriano Celentano, RON, Red Canzian and Tricarico. Also, in 2012 he starts to photographed personal objects for the biographies of Eros Ramazzotti, Pino Daniele, Renzo Arbore, Walter Bonatti, Tiziano Terzani, Carlotta Ferlito and Marco Simoncelli. In 2014 start also to be the Art-Director of Taratsa International Film Festival, in Thessaloniki, Greece. Apart from photography, he has also worked with video art, installation, performance and sculpture. He has participated in several exhibitions, such as Triennale of Italian National Photography, Biennale of Soncino, Biennale of Dubay, Biennale of Triggiano at Bari, Studio Zero, Melzo Film Festival Bologna, INMEDITERRANEUM (Cordoba, Montevideo, Madrid, Atene, Palermo). Athanasios Aléxo likes to experiment with various techniques. Significant importance for his research is the interactive existence of humans, time space and sound. He is interested in the power of simplicity, tries to create feelings and reveal hidden secrets.

CAMERA USATA: –

PROGRAMMA MONTAGGIO: –


In the twilight of his career, Pro hockey player Brooks Laich struggles with what truly defines him as the sport he’s dedicated his life to, may be finished with him before he is ready.


TITOLO: “Defining Brooks Laich”

CATEGORIA: documentario

PRODUZIONE: –

REGIA: Torin Simpson

EMAIL: torin@beargod.media

CITTA’:Lompoc (California – USA)

NOTE SUL REGISTA: I am an award winning Director, producer, shooter and editor.

CAMERA USATA: Sony Fs5, Canon 16-35, Canon 24-70, Canon 70-200, Rhino Slider, Mavic Pro

PROGRAMMA MONTAGGIO: premiere


Il video che racconta com’è iniziata sYnergiKa… per celebrare la conclusione del terzo anno di attività, ecco un cortometraggio su com’è cominciata l’avventura! www.synergikaasd.com Cos’è sYnergiKa? sYnergiKa è una giovane Associazione Sportiva Dilettantistica e culturale senza scopo di lucro affiliata ENDAS ed iscritta nel registro CONI, sorta a Genova nel luglio 2014, e nata dall’incontro di professionalità provenienti da diversi ambiti artistici, sportivi e ricreativi legati da una consolidata amicizia e dall’obiettivo comune di creare un sano luogo di incontro e crescita nella pratica delle discipline acrobatiche e circensi. sYnergiKa promuove le discipline del circo come strumento educativo, mezzo d’espressione ed introspezione libera per il raggiungimento della salute psicofisica individuale… sYnergiKa è il luogo dove la creatività prende forma! sYnergiKa collabora attivamente con le più importanti realtà di Circo Contemporaneo italiane ed europee, con enti pubblici e privati, recentemente ha avuto l’onore di realizzare lo spettacolo di inaugurazione del Festival della Scienza presso il Palazzo Ducale di Genova e di partecipare all’evento vincitore del Best Event Awards 2016. Perché sYnergiKa? Perché in sYnergiKa diverse discipline condividono uno stesso spazio senza prevaricarsi ma, anzi, apprendendo e migliorandosi dalla vicinanza le une alle altre… in sinergia!!!!


TITOLO: sYnergiKa la storia

CATEGORIA: documentario

PRODUZIONE: –

REGIA: Benedetto Piaggio

EMAIL: piaggio.benedetto@gmail.com

SITO: –

CITTA’: Chiavari (Genova)

NOTE SUL VIDEOMAKER: Eidos (εἶδος) Production è un giovane studio di fotografia e video nato per passione dall’interesse di un gruppo di ragazzi a ricercare i più disparati, affascinanti e forse anche più inaspettati, punti di vista della realtà che ci circonda: Fotografia, Videomaking, Pubblicità, Cortometraggi, Supporto Eventi (video e/o foto), e molto altro.. Eidos (εἶδος) è una parola greca che significa “forma”, “aspetto” dalla quale deriva anche il greco “εἴδωλον” (éidõlon) poi, in italiano, “idolo” col valore anche di “simulacro”, “figura”. Il termine divenne significativo nella filosofia greca quando Platone la usò per fare riferimento alle sue idee o forme ideali nella sua teoria delle idee. L’eidos è la natura interna della cosa: è il relativo nucleo interno ed invisibile; l’eidos è ciò che causa ad una cosa quel che è, cosa è, e senza il quale perde significato. Platone pensava che le essenze fossero etere dei modelli: idee. Queste idee esistono separatamente dal mondo ragionevole, a priori: sono idee eterne, specie, oggetti intangibili. Le cose del mondo ragionevole sono solo le loro imitazioni o copie.

CAMERA USATA: Canon 6d, Contax/Yashica Mount Zeiss T* 28mm, 50mm, 85mm f1.4, Samyang 14mm f2.8, Canon 24-105mm f4

PROGRAMMA MONTAGGIO: –


videomaker of the year il quarto stato

Futurismi si diverte a immaginare quale potrebbe essere il risultato di una visita di Umberto Boccioni al Museo del Novecento di Milano.


TITOLO: Futurismi

CATEGORIA: documentario

PRODUZIONE: –

REGIA: Rosa Canosa

EMAIL: rosa_canosa@yahoo.it

SITO: –

CITTA’: Torino

NOTE SUL VIDEOMAKER: Dopo aver studiato Lettere e Storia all’Università di Torino, frequento il corso di Documentary Filmmaking alla MET Film School di Berlino, dove realizzo il mio primo cortometraggio, A Karma Capitalist, vincitore del premio Sicurezza e Lavoro (Lavori in Corto 2015). Mentre approfondisco la mia esperienza nel mondo del documentario, frequento un corso professionalizzante su sottotitoli per non udenti e audio descrizione per non vedenti, strumenti per la resa accessibile universale dei film. Sono ideatrice e curatrice di “Più cinema per tutti”, progetto che intende favorire la fruizione cinematografica in sala da parte dei disabili sensoriali, attraverso proiezioni accessibili aperte a tutti perché inserite nella regolare programmazione delle sale. Come autrice e regista sto lavorando al progetto di documentario “Felice e la sua ombra” (working title), selezionato per il Match Making di IDS Academy 2016 e ora in una fase iniziale di sviluppo.

CAMERA USATA: –

PROGRAMMA MONTAGGIO: –


L’ombra del Vapore racconta la giornata lavorativa del giovane Matteo nel termovalorizzatore di Desio, comunemente detto inceneritore. Qui si rapporta con i colleghi, condivide le sue normali esperienze, ricerca la sua identità e la sua indipendenza. Lontano da un’ inchiesta o da un reportage il film cerca di far addentrare lo spettatore in questo ambiente rumoroso, tra fumi e fiamme, seguendo i passi di Matteo, che districandosi tra scale e tubi, assolvendo i suoi compiti lavorativi, si ritrova a raggiungere una sorta di catarsi.


TITOLO: L’ombra del vapore

CATEGORIA: documentario

PRODUZIONE: –

REGIA: Edmondo Riccardo Annoni

EMAIL: alphacharlieproduction@gmail.com

CITTA’: Varedo (Monza Brianza)

NOTE SUL REGISTA: Filmmaker versatile con uno stile contemporaneo che coniuga montaggi glamour e fascinazioni fotografiche. L’ombra del vapore, il suo primo cortometraggio documentario, è stato presentato al festival Cinemambiente di Torino. Nel 2017 completa il limite, cortometraggio che affronta il tema della morte con uno stile tanto documentaristico quanto onirico.

CAMERA USATA: –

PROGRAMMA MONTAGGIO:  premiere


Interviste agli artisti che si sono avvicendati sul palco di Dromos Festival 2017, tre domande sul tema del Festival che per l’edizione XIX è stato “Prigioni”


TITOLO: Dromos festival interviste

CATEGORIA:  documentario

PRODUZIONE: –

REGIA: Giulio Luperi

EMAIL: irepul85@gmail.com

SITO: –

CITTA’: Oristano

NOTE SUL VIDEOMAKER: Mi chiamo Giulio Luperi e sono nato a Oristano l’11 marzo 1985. Imparando le prime tecniche di ripresa da autodidatta, nel 2012 ho lavorato presso un’agenzia giornalistica e produzioni video locale, nella quale ho affinato le tecniche di regia, riprese e montaggio. Successivamente nel 2015 ho realizzato i primi lavori autoprodotti. “Coste e Fondali: S’Archittu” realizzato insieme a Luca Basto è un documentario su una zona marina nella provincia di Oristano per valorizzare alcune spiagge poco conosciute della Sardegna; in seguito “Muro di contrasto” e “Attraverso il Muro” di critica sociale e ambientale. Con “Muro di contrasto”, nel 2016 sono arrivato secondo al concorso “Italy in a frame” organizzato dalla Triennale di Milano e IULM-International University of Languages and Media; invece con “Attraverso il Muro”, nel 2017 ho vinto il primo premio al concorso InCorto di Robecco sul Naviglio (MI). Sempre nel 2017 ho realizzato il cortometraggio-documentario “Orizzonti vicini” col quale sono arrivato primo nella sezione documentari al Festival Internazionale del Cinema Povero di Ispra (VA). Dal 2013 collaboro con Dromos Festival, uno tra i piu’ importanti festival jazz e blues della Sardegna, per il quale realizzo un documentario dei 17 giorni del festival, spot pubblicitari e interviste agli artisti.

CAMERA USATA: Sony nex VG-20 obiettivo 18-200 / Sony nex5 obiettivo 18-55, canon 50mm

PROGRAMMA MONTAGGIO: premiere


La biblioteca vivente è il modo più semplice e antico per ascoltare storie vere e creare relazioni. A Seriate, in provincia di Bergamo, la mappa con puntine e fil di ferro diventa la rappresentazione di un legame tra chi racconta e chi ascolta.


TITOLO: Mappa delle connessioni

CATEGORIA: documentario

PRODUZIONE: –

REGIA: Giuseppe Bonfanti

EMAIL: gbonf2008@gmail.com

CITTA’: Seriate (Bergamo)

NOTE SUL REGISTA: Mi occupo di multimedialità in ambito educativo. Il mio desiderio è quello di promuovere l’utilità dei media nella scuola e nei processi di apprendimento. Quindi cerco fondi per finanziare progetti educativi utilizzando tutti i mezzi di comunicazione (video, fotografia, giornalismo, cinema d’animazione, computer-grafica etc…)

CAMERA USATA: panasonic 920

PROGRAMMA MONTAGGIO: fcpx


 

Breve video sulla Processione dei Misteri a Trapani. E’ una processione religiosa che si svolge dal Venerdì al Sabato santo, da oltre 400 anni.


TITOLO: traditions

CATEGORIA: Documentario

PRODUZIONE: –

REGIA: Giuseppe Tarantino

EMAIL: trngiuseppe@gmail.com

CITTA’: Trapani

NOTE SUL REGISTA: Nato nel novembre 1991 a Erice (Trapani). Dopo aver finito gli studi ho sentito il forte appello alla fotografia e alle produzioni video. Ho collaborato con diversi studi fotografici a Trapani e infine ho deciso di aprire uno studio di produzioni video.

CAMERA USATA: Canon 5D MarkIII, Ronin M, Monopiede Manfrotto, Tascam DR-05, Rode, Ottiche: 35mm, 50mm, 85mm.

PROGRAMMA MONTAGGIO:  fcpx


 

in una realtà veneziana sempre più mercificata e che sembra destinata ad un declino esclusivamente turistico, resiste un luogo sospeso nel tempo ma contemporaneamente vivo e produttivo, con un sapere che si tramanda oralmente e attraverso gesti antichi e precisi di generazione in generazione: la tessitura Luigi Bevilacqua, erede di una tradizione serica di velluti e soprarizzi, ancora realizzati a mano su telai lignei della Serenissima. Entrando in questo luogo sembra quasi di fare un viaggio nel tempo e nella memoria, in un mondo rimasto sospeso a 150 anni fa. Le veludere, sono le ultime cinque tessitrici rimaste a perpetrare una tradizione artigianale antichissima che risale al 1400. Video realizzato per l’azienda Luigi Bevilacqua di Venezia, per il progetto NARIAS – Narratori delle Innovazioni Industriali, Artigianali e Sociali, dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.


TITOLO: Veludere

CATEGORIA: Documentario

PRODUZIONE: –

REGIA: Angela Colonna

EMAIL: angela_colonna@libero.it

CITTA’: Venezia

NOTE SUL REGISTA: Fotografa professionista nel campo dell’architettura, paesaggio, eventi e videomaker, all’attività professionale affianco ricerche artistiche esponendo in mostre personali e collettive,indagando attraverso la fotografia e le installazioni video e audio, luoghi e paesaggi, siano essi reali o legati alla memoria e al ricordo, con narrazioni in cui il tema del tempo è una variabile insita in ogni progetto. Nei più recenti progetti artistici, Veludere (2016), Laboratori Officinali (2015) e I fatt (2014), l’attenzione viene posta sul raccontare territori, paesaggi e ambientazioni attraverso la partecipazione attiva degli attori locali, atttraverso le loro voci, in una narrazione che si fa corale.

CAMERA USATA: Canon 5D Mark II, Canon TS-E 24mm f/3.5 L, Canon EF 50mm f/1.8 II, Canon EF 24-105 f/4L

PROGRAMMA MONTAGGIO:  fcpx